T.A.R.E.S.
Dal 2005 il Comune di Verona ha sostituito la Tariffa sui rifiuti (TARSU) con la Tariffa di Igiene ambientale (T.I.A) affidandone ad Amia Verona S.p.A. la gestione.

Nonostante le difficoltà incontrate nei primi anni, i veronesi ne hanno compreso le problematiche e si sono resi disponibili a collaborare con noi: hanno rispettato in modo puntuale le scadenze di pagamento e hanno segnalato ogni eventuale modifica riguardo alla propria condizione, agevolando in tal modo il lavoro dei nostri operatori. Questo ci ha permesso di aggiornare puntualmente la nostra banca dati ed emettere avvisi di pagamento il più corretti possibili, riducendo al minimo i disagi.

Le osservazioni pervenute, inoltre, ci sono state utili per apportare modifiche e correzioni al regolamento comunale, in modo da poter fornire un servizio più vicino alle esigenze dell’utente.
La Sentenza della Corte Costituzionale n. 238 del 24/07/2009 ha sancito la natura tributaria della T.I.A. modificandone le procedure di applicazione, a partire dal 2010 saranno emessi “avvisi di pagamento” senza esposizione di IVA.


ISTITUZIONE DELLA TARES – RIFERIMENTI NORMATIVI

A decorrere dal 01/01/2013 è istituita la TARES il nuovo tributo comunale sui rifiuti e sui servizi, previsto dall’art. 14 del D.L. 201/11 convertito in L. 214/11 e s.m.i. (in sostituzione della TIA).

Con deliberazione consiliare n. 41 del 04/07/2013 è stato approvato il Regolamento per l’istituzione e applicazione della TARES ed è stata affidata ad Amia Verona spa la gestione amministrativa del tributo come precedentemente era stato fatto per la TIA.
Con deliberazione consiliare n. 42 del 04/07/2013 è stato approvato il Piano Finanziario dei costi per l’anno 2013 e redatto dal soggetto gestore del servizio di igiene urbana, ovvero Amia Verona spa.

Con deliberazione consiliare n. 50 del 25/07/2013 sono state approvate le tariffe del tributo TARES per l’anno 2013 in base al Piano Finanziario dei costi.


RIMBORSO I.V.A. DEGLI ANNI PREGRESSI
Non sono ancora pervenuti da parte dello Stato chiarimenti in merito ad un eventuale rimborso dell’I.V.A. per gli anni 2005-2009. Appena sarà definito il quadro normativo di riferimento, si provvederà ad applicare tutte le disposizioni previste dalla legge.